Fiabe e Frane

Le Fiabe per tutti

  • Fiabe e frane

    CIAO! Questo è il mio BLOG
    Mi chiamo Paolo Cortopassi e sono un geologo dal 1991. Lavoro nell'Alta Toscana nei settori della prevenzione sismica sugli edifici (terremoto) e del dissesto idrogeologico (frane).

    Dal 2004 ho iniziato a sviluppare la mia grande passione per le fiabe , che racconto nei miei spettacoli.

    Le mie storie parlano di animali, bambini, piante, naturalità dei luoghi, ma anche di situazioni difficili dovute al movimento di frane, alla forza delle inondazioni, al tremore dei terremoti...

    Con questo spazio voglio condividere i miei interessi con chiunque possa esserne interessato. Ciao.

    Qui sono con la mia famiglia a Londra.
    Londra 2007

  • Calendario

    dicembre: 2017
    L M M G V S D
    « Lug    
     123
    45678910
    11121314151617
    18192021222324
    25262728293031
  • pagine nel blog

  • Alpi Apuane


    tramonto Apuane da Mulazzo
  • Articoli e Pagine più viste

  • Singoli Visitatori da gennaio 2017

  • Da marzo 2009

    • 50,857 pagine visitate

Archive for the ‘Landslides’ Category

Fiabe Estate 2017

Posted by Paolo su 8 luglio 2017

Grillo+Pazzariello

Un periodo ricco di attività che è durato più del previsto.

Iniziamo con la manifestazione “Ursus in Fabula” che si è tenuta a Equi Terme (comune di Fivizzano – MS) nel giorno 29 luglio.

Spazio alla consueta gara di recitazione fiabe, che si è svolta nella splendida cornice della grotta.  Ecco la locandina:

testata ursus

La sera dopo un lauto pasto sulle sponde del torrente Fagli, escursione alla Tecchia preistorica dove il bravo e simpatico archeologo Alessandro Palchetti, ha ripercorso la storia degli scavi effettuati dal lontano passato, che oggi ne permettono la fruibilità del sito archeologico

DGBCgITXcAEUd7o

Durante l’estate c’è stata la possibilità d’imparare un po’ di GEOLOGIA, grazie al Baffardello delle grotte di Equi, che in un modo tutto suo, ha insegnato e sperimentato alcuni importanti argomenti. Ecco i titoli degli incontri:

ProgrammaBaffardello

Il primo incontro con il Baffardello è avvenuto il 22 luglio con il programma dal titolo: Come t’insegno a riconoscere una pietra da un piede. Ecco alcune immagini, inziando dagli esperimenti affettuati nell’ Apuan Geolab durante il pomeriggio.

Baffardello1

Baffardello3

Baffardello2

Poi una merenda prima di entrare in grotta.

Baffardello4

… e infine il giro nelle viscere della montagna.

Baffardello5

Nel frattempo il 4 e 6 agosto sono stato allo spazio bimbi del Palaron Fan Festival. Un grandissimo divertimento e guardate come i bravissimi organizzatori hanno addobbato il “misterioso” centro storico di Pallerone, dove sono stati fatti gli spettacoli.

PANO_20170804_195110

IMG_20170804_195230

 

Il secondo appuntamento con il Baffardello è avvenuto sabato 12 agosto con il titolo: “Anche se trema non temo il tremore“;  ovviamente abbiamo parlato di TERREMOTO e dopo aver effettuato alcuni esperimenti … tutti in grotta!

IMG-20170813-WA0014

 

IMG-20170813-WA0012

IMG-20170813-WA0008

Ecco tre bamboretti in posa dopo l’uscita, sani e salvi, dalle grotte!

IMG-20170813-WA0003

Nel mese di settembre ho avuto la fortuna di partecipare alla festa di Moncigoli (MS) denominata Borg’ARTE. Interessante crocevia di molte arti che nello splendido borgo trovano il loro spazio, rendendolo per due giorni un luogo magico.

Altro appuntamento nel mese di ottobre alla Festa della Castagna di Licciana Nardi. Un magnifico pomeriggio, baciato da uno splendido sole, nel quale molti bambini hanno partecipato attivamente al concorso di scrittura e disegno di fiabe dal tema “Il castagno”.

 

Annunci

Posted in Landslides | Leave a Comment »

Festa della Fiaba di Acquasanta Terme

Posted by Paolo su 22 maggio 2017

Il 10 giugno 2017 si è svolta la prima Festa della Fiaba all’interno dell’incantevole borgo di Acquasanta Terme nelle Marche. Ecco come sono andati i fatti.

Bozza_Locandina

La festa della fiaba è stata anche l’occasione per premiare gli studenti della scuola primaria di Acquasanta Terme che hanno partecipato al concorso Fiabe degli Angeli di San Giuliano, di cui è disponibile una documentazione fotografica cliccando su: Sesta Edizione Premio Fiabe.

Questa avventura si è resa possibile grazie agli artisti Emanuela Bolco di Roma e Roberto Vernetti di Napoli, al musicista Stefano Sandrelli di Viareggio e al sottoscritto, cha hanno donato alla cittadinanza il proprio sostegno attivo, con la speranza di un rapido ritorno alla normalità della vita quotidiana, dopo la triste vicenda del terremoto.

Un grande aiuto locale è giunto dalla collaborazione con l’assessore Elisa Ionni del comune di Acquasanta Terme e con la maestra Iride Spalazzi, insegnante della scuola primaria.

Di seguito una documentazione fotografica della giornata, opera del simpatico e bravo Umberto Santacroce di Napoli.

 La mattina abbiamo effettuato gli ultimi sopraluoghi per studiare gli ambienti delle fiabe.

DSC03888

DSC03906

Apertura della festa alle ore 16:00 presenziata dal Consigliere comunale Valentina Ventura.

Targa1

alla quale abbiamo donato la presente targa ricordo della Festa.

Targa2

Poi alle 16:30, partenza con la fiaba di Cappuccetto Rosso; ecco alcune immagini inziando dai protagonisti.

DSC03925

La mamma di Cappuccetto Rosso appena uscita dalla parrucchiera.

DSC03924

Cappuccetto1

Cappuccetto2

Il Lupo che ha finito di mangiare la nonna e attende, fiducioso, l’arrivo di Cappuccetto Rosso.

DSC03926b

Ecco Stefano che “incornicia” alcuni momenti delle fiabe successive…

DSC03927

… cominciando con la storia di Medico Grillo, un personaggio un po’ curatore e un po’… improvvisatore.

Paolo1

Poi arriva Emanuela con la sua storia sulla rana.

IMG_20170610_175458

Anche “U Pazzariello” è venuto a trovarci e subito Umberto lo immortala con una foto.

IMG_20170610_175403

Alcuni preparativi prima delle “Guarattelle” di Roberto.

DSC03962

DSC03944

La sera abbiamo effettuato le premiazioni del concorso fiabe, alla presenza della Dirigente scolastica Patrizia Palanca che ci è venuta a trovare.

DSC03977

Poi è stato il turno della instancabile maestra Iride Spalazzi, qui ritratta mentre ritira i suoi premi.

DSC04009

DSC04016

Infine gli spettacoli serali.

DSC04021

DSC04039

IMG_20170610_224457

Altre immagini della giornata.

DSC03923

DSC03936

DSC03942

DSC04043

DSC03909

Un ringraziamento speciale ai bimbi che ci hanno accompagnato per tutta la giornata e ai loro genitori. All’amministrazione comunale di Acquasanta Terme per la splendida accoglienza riservata. Agli spettatori accorsi per la gentilezza e la partecipazione offerta.

Ciao. Paolo

Posted in Landslides | Leave a Comment »

Bimbi per Bimbi

Posted by Paolo su 24 settembre 2016

Azioni di solidarietà verso i bambini terremotati del Centro Italia

Il presente progetto ideato dal geol. Paolo Cortopassi di fiabeefrane con il patrocinio di Legambiente nazionale e Lunigiana Sostenibile, è stato realizzato in collaborazione con lIstituto Scolastico Comprensivo Darsena di Viareggio (LU), il Settore Sismica della Regione Toscana, INGV (Istituto Nazionale Geofisica e Vulcanologia) e il comune di Fivizzano (MS).

bimbi

darsenalogo-legambienteingvfivizzano

box-rettengolo-cls-840

Il Progetto ha compreso una serie di azioni di solidarietà da parte delle classi di scuola Primaria e Secondaria di I grado dell’Istituto Scolastico di Viareggio, verso gli alunni delle scuole primarie e secondarie dell’Istituto Comprensivo di Acquasanta Terme (AP), interessato dall’evento sismico del 24 agosto 2016.

Bimbi per Bimbi  ha previsto il coinvolgimento attivo degli studenti viareggini, che hanno effettuato una raccolta di libri nuovi e usati in buono stato, al cui interno hanno inserito messaggini di solidarietà, fotografie e quant’altro in grado di far nascere nuove amicizie, al fine di confortare i bambini e ragazzi che hanno subito il recente terremoto.

La raccolta è avvenuta all’interno di incontri svolti direttamente nelle classi scolastiche di Viareggio aderenti al progetto, nei quali alcuni geologi esperti hanno spiegato con semplici nozioni ed esperimenti, il fenomeno terremoto.

Gli incontri sul terremoto si sono estesi anche al corpo insegnanti dell’Istituto Comprensivo Darsena; queste operazioni sono avvenute nei mesi di OTTOBRE e NOVEMBRE 2016, secondo un calendario concordato.

Sono stati raccolti 500 libri più altro materiale quali DVD e disegni che sono stati consegnati il giorno 20 DICEMBRE 2016 direttamente presso la nuova sede della scuola Primaria e dell’Infanzia di Acquasanta Terme, inaugurata il 27 novembre 2016

A questi si sono aggiunte n. 6 librerie  ( Modello Simply d22/4; dim. 42x29x106 cm; truciolare, rovere grezzo) , fatte pervenire qualche giorno prima tramite corriere.

Il progetto ha visto l’adesione di n.39 classi viareggine, tra primaria e secondaria di I grado.

Le lezioni sono state effettuate dal seguente gruppo di geologi esperti:

  • Massimo Baglione, Vittorio D’Intinosante, Pierangelo Fabbroni e Roberto Ballati del Settore Sismica della Regione Toscana;

  • Giovanna Piangiamore, ricercatrice di INGV;

  • Germano Ginesi del Comune di Fivizzano;

  • Fanny Milano del Genio Civile Toscana Nord.

Il progetto completo può essere scaricato, cliccando su bimbiperbimbi_programma

Mi preme ringraziare, oltre al gruppo di geologi citato, la Dirigente scolastica Patrizia Palanca dell’Istituto scolastico di Acquasanta Terme insieme al vice Preside Mauro Sabatini e all’insegnante Iride Spalazzi. Per le scuole viareggine un grazie di cuore all’insegnante Daniela Cardella e alle colleghe Lina D’Orsa, Raffaella Massimo e Marzia Papi dell’Istituto scolastico Darsena.

Ecco alcune immagini sulle attività realizzate. Iniziamo con gli incontri nelle classi.

5a

img-20161021-wa0000

img-20161112-wa0001

trasferimentoenergia

img-20161116-wa0004

img_20161021_114627

Gli incontri si sono estesi anche al corpo insegnante.

lab-docenti1

Poi la grande raccolta dei libri per i bimbi delle Marche.

foto-libri

img-20161118-wa0003

img-20161130-wa0002

20161130_101105

Un fuori programma è stato il mercatino di solidarietà svolto all’interno della Festa della castagna di Fivizzano, con incasso devoluto interamente al presente progetto. In tale occasione abbiamo anche spiegato varie nozioni sul terremoto a tutte le persone che hanno visitato il nostro gazebo.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

articoloprofetti

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Nelle classi, le bravissime maestre hanno continuato le attività sul terremoto in molti altri fantasiosi modi.

20161130_101332

terra-balla-3

foto-3

fb_img_1476200278393

TerI 41-45

I 500 libri raccolti, sono stati confezionati all’interno di pacchi dal formato natalizio e pronti per la spedizione. Ecco alcune fasi dell’operazione di carico presso le Lambruschini…

img-20161216-wa0004

img_20161216_153226

… e l’arrivo ad Acquasanta Terme nella mattina del 20 dicembre 2016

Grazie a Luigi Terenzoni, il trasporto è stato più semplice.

img_20161220_140316

img_20161220_140504

Finalmente l’incontro con gli alunni e le insegnanti.

img-20161220-wa0026

img-20161220-wa0005

img_20161220_144823

img-20161220-wa0022

img-20161219-wa0002

img-20161220-wa0027

img-20161220-wa0020

img_20161220_140540

In questo modo abbiamo concluso questa prima parte del progetto e qualcuno potrà domandarsi: “Ci sarà una seconda parte?

Ce lo auguriamo tutti, ma stavolta saranno le stesse insegnanti e gli alunni a pensare a qualcosa in più per far continuare questa splendida amicizia a “distanza“.

Una gita scolastica a metà strada tra Viareggio e Acquasanta Terme?

Un incontro al Carnevale di Viareggio o una vacanza estiva in compagnia?

Seguiremo gli sviluppi. Ciao a tutti!

Paolo

Posted in Landslides | 4 Comments »

Terremoto e bolle di sapone

Posted by Paolo su 2 agosto 2016

Ai piedi dell’alta parete calcarea, ingresso per la grotte di Equi Terme, un nuovo spettacolo sul terremoto e un racconto sulle bolle di sapone, faranno da scenario nel pomeriggio di sabato 6 agosto 2016, a partire dalle ore 17:30.

Questo il programma completo:

Sei_agosto_16

Il gigante intelligente, titolo del racconto sul terremoto, ci porterà indietro nel tempo di circa 2500 anni; la storia si svolge su di un isola “ballerina” del Mar Egeo dove potremo divertirci ad ascoltare le strampalate teorie di un fiero “Luminare“…

TerraGalleggia

scoprire il mitico Poseidone dal temibile tridente…

Poseidone

e imparare qualcosa di più sulle costruzioni dal giovane Alfiero, il nostro protagonista. Ecco cosa possiamo aspettarci:

Terremoto_legato2Terremoto_nonlegato2

 

 

 

 

 

 

 

Cantonale2

Ecco alcune immagini della storia.

Gigante1

Gigante2

Gigante3

A seguire il racconto :”La fanciulla delle bolle“, interpretato da Elisabetta Dini e dal sottoscritto. Una storia di riscatto e di un principe un tantino… strano.

ElisabettaBolla

 A seguire immagini del racconto.

Spillo2

Spillo5

Spillo10

… e per concludere… le bolle di sapone giganti!

Bolle2

e anche quelle un po’ più piccole…

Bolle1

Come ipnotizzato dalle bolle (sguardo da intelligentone!)

IpnosidaBolle

Spillo1

Spillo11

Spillo

 Alla prossima. Paolo

Posted in Landslides | Leave a Comment »

Seconda Festa della Fiaba popolare di Equi Terme

Posted by Paolo su 19 giugno 2016

Il sabato 9 luglio 2016 si è svolta la SECONDA FESTA della FIABA popolare, nel magnifico scenario naturale del Geo-park di Equi Terme (Fivizzano – MS)…

cover fb fiaba016

 

… con questo denso programma di fiabe

Ore 15:00 Inaugurazione della Festa.

15:10 – 16:50 RACCONTO LA MIA FIABA. Recitazione di sette fiabe popolari da parte dei partecipanti al concorso con premiazione finale delle prime tre classificate.

Per visualizzare il bando: Concorso_Recitazione_fiabe

Per partecipare: domanda partecipazione festa fiaba 2016

17:00 – 18:00 CAPPUCCETTO ROSSO NELLA GROTTA. La classica storia, ma stavolta i finali saranno… due!

18:00 – 20:00 LE FIABE POPOLARI

Racconti nell’ambiente delle grotte di Equi Terme, con il seguente programma:

18:00 – 18:30 “I gatti del giudizio” (Elisabetta Dini)

18:30 – 19:00L’erba petonella” e “La principessa Pattume” (Erika Canaccini e Paolo Cortopassi)

19:00 – 19:30La storia di medico Grillo” (Paolo Cortopassi)

19:30 – 20.00Fiabe da gustare” (Emanuela Bolco)

20:00 – 21:20 Apericena con prodotti tipici locali (su prenotazione)

21:20 – 23:00 LE FIABE IN GROTTA

21:20-21:45 “I due fratelli” e “La scatola del giudizio” (Paolo Cortopassi

21:45-22:00Beatrice”, “Vòlano” e “La domenica della vita” (Erika Canaccini)

22.00-22:30 “I due gobbi” (Elisabetta Dini)

22:30-23:00Fiabe da gustare” (Emanuela Bolco)

… e per concludere: “I quattro minchioni”.

Vediamo alcuni momenti della Festa, incominciando con il concorso

Le fotografie sono di Matteo Tollini.

Concorso1

CompagniaCenerentola

Concorso2

A seguire Cappuccetto Rosso e il Lupo; ecco il loro primo incontro…

Lupo_Cappuccetto

La nonna prima di essere mangiata…

Erika2

L’arrivo del cacciatore dopo che il lupo ha pranzato con la nonna e Cappuccetto Rosso…

Cacciatore_Lupo

La misera fine del Lupo…

Elisabetta2

… ma c’è anche un altro finale, un po’ più macabro. Ecco Cappuccetto mentre assaggia la minestra che il Lupo ha preparato con i resti della nonna che non sono finiti nella sua pancia deforme…

Lupo_Cappuccetto2

… e poi finisce ancora male per il Lupo.

Corsa_Lupo

Guarda come sono contente per la brutta fine che ha fatto il povero carnivoro!

Fine_Storia

A seguire altri momenti per ascoltar fiabe…

Pattume1

Elisabetta3

Erika3

 

 

MedicoGrillo2

MedicoGrillo3

Emanuela3

Il finale in grotta.

EmanuelaGrotta

Erika_Elisabetta_Grotta

Paolo_Grotta

Tutti3

 

 

Ecco i protagonisti:

Emanuela Bolco

Foto

Elisabetta Dini

Foto_Elisabetta

Erika Canaccini

Foto_Erika

Paolo Cortopassi

11666184_1131649326852475_3571887209367042964_n

 Alla prossima. Paolo

FinaleTutti

Posted in Landslides | Leave a Comment »

Premiazione Concorso Fiabe

Posted by Paolo su 29 aprile 2016

Il prossimo venerdì 27 maggio 2016, nel pittoresco borgo di Licciana Nardi in Lunigiana, avremo la premiazione della V edizione del Premio Fiabe “Angeli di San Giuliano“, con un programma incentrato sui giovani scrittori e sul terremoto.

I vincitori sono già stati tutti contattati per posta elettronica e attendiamo una partecipazione di circa 200 persone tra bambini, ragazzi e adulti.

Questo il programma della giornata.

Programma2016

Siete tutti invitati, a trascorrere una piacevole giornata tra fiabe, recitazioni, bamboretti, maestre, geologi, medaglie e focaccette.

Posted in Landslides | Leave a Comment »

Il Premio Fiabe degli Angeli di San Giuliano

Posted by Paolo su 23 gennaio 2016

QuintaEdizione

Il tempo per la partecipazione al Premio Fiabe è scaduto. In questi giorni i Giurati saranno impegnati ad esaminare tutte le fiabe e dopo il 20 aprile, conosceremo i verdetti. Altre informazioni sul blog del Premio Fiabe.

Posted in Landslides | Leave a Comment »

Le Befane Ritardatarie

Posted by Paolo su 7 gennaio 2016

Locandina

Il 6 gennaio 2016 presso le Grotte di Equi Terme, sono arrivate le BEFANE, ma prima di loro i RE MAGI hanno portato i doni al piccolo Gesù.

DSC_0046b

 

DSC_0061b

Eccoli i Magi!

DSC_0090b

Che spettacolo!

Poi sono arrivate le Befane ritardatarie; tutta colpa del Befano o Befanotto secondo altri, che ha fatto arrabbiare la moglie e preso randellate con la vecchia scopa della Befana.

DSC_0136

Fuggendo, fuggendo sono arrivati sotto la volta della Grotta e qui i due sposi riappacificati, hanno raccontato alcuni fatti della loro vita e…

DSC_0154

DSC_0186

… pure quella volta che s’incontrarono per la prima volta al ballo e non fu facile per il Befanotto superare la prova! Certo, vi riuscì proprio grazie all’erba petonella!

DSC_0206

All’improvviso dall’alto è poi calato un altro Befano, sicuramente dotato di speciali poteri, che ha gettato sui bambini canditi e liquirizie.

DSC_0257

DSCN9985

Mamma mia che paura!

DSC_0329

Meno male che anche lui era un Befanotto buono e ha fatto la gioia di piccini e grandicelli.

IMG_9134

Non si finisce mai d’incontrar befane!

Poi c’è stato anche il tempo per ristorarsi.

Dopo le fatiche, il piacere!

DSC_0353

Ah, quasi dimenticavo! Caramelle per tutti!

DSC_0239

Insomma uno splendido pomeriggio con Befane e tanti, tanti bambini; ma anche genitori e non possiamo non citare le acque del torrente Fagli, che alimentato dalle poderose sorgenti carsiche, hanno fatto del loro impetuoso scivolio verso valle, la COLONNA SONORA della manifestazione.

Ancora altre immagini, come le precedenti, scattate dall’instacancabile Matteo Tollini.

IMG_9129

DSC_0050

DSCN9972

Un grazie di cuore a Legambiente e alla Cooperativa AlterEco, organizzatori della manifestazione; al CAI di Fivizzano per le befane acrobatiche; a Erika Canaccini, per la splendida Befana; alle centinaia di persone accorse tra cui le decine di bamboretti che hanno “spazzolato” ogni caramella caduta al suolo, ogni liquirizia, nocciolina, cioccolata e gomma da masticare.

Alla prossima!

DSC_0155

Ciao!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Posted in Landslides | Leave a Comment »

Festival internazionale di Storytelling

Posted by Paolo su 3 ottobre 2015

Alla fine del mese di settembre 2015, due settimane dedicate all’interessantissima sesta edizione del Festival di Storytelling, nell’incantevole scenario del Parco Urbano dell’Appia Antica a Roma.

FestivalStorytellingMolti gli artisti provenienti da diverse parti d’Italia (Bolzano, Torino, Genova, Roma, Ragusa, ecc.) e da nazioni estere che mostro di seguito.

Artisti_stranieriEcco gli italiani!

FigureArtistiEh sì! Ci sono anch’io, molto onorato per l’invito e sicuramente divertito per i grandi spettacoli ai quali ho assistito. Alcune immagini ci aiutano a capire meglio.

OLYMPUS DIGITAL CAMERAGermana1Liguria1Seung+Martina2Torino2Seungh+MartinaSeung2

Foto0201Nei miei due spettacoli ho presentato la storia del “Gigante intelligente“, dove ho parlato del Dio Poseidone, di terremoto e di “ricostruzione”. Ecco alcune foto in compagnia di Davide Bardi che mi ha accompagnato con la sua strumentazione, veramente varia e di grande effetto!

OLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERAPoi in compagnia di Paola Balbi e ancora di Davide, abbiamo rappresentato la fiaba di Basile “Lo scarrafone, lo sorece e lo grillo“, con lo stupore della platea, quando lo scarafone… fa quello che deve fare!Scarafone1Un gran divertimento! E allora per concludere una bella foto di gruppo! Alla prossima.

Gruppo

Posted in Landslides | Leave a Comment »

Favola della Botte

Posted by Paolo su 30 agosto 2015

Jonathan Swift, compose a partire dal 1697 il suo scritto dal nome : “A Tale of a Tub“, una simpatica e quanto mai realistica allegoria dei suoi tempi, perfettamente esportabile e condivisibile anche oggi a distanza di oltre 300 ANNI.

FavolaBotte

Mi sono permesso di fare un breve riassunto dalla Prima parte, che ho trovato interessante, spassosa e come già scritto… molto attuale.

Chi avrà la voglia e la pazienza di leggerla, spero ne trovi un sicuro piacimento. Buona lettura!

Favola della botte (Jonathan Swift, 1697) Prima parte

C’era una volta un uomo che aveva avuto tre figli dalla stessa moglie; essi erano nati insieme per cui non era lecito sapere chi di loro fosse il primogenito. In punto di morte il padre convocò i tre figli al capezzale per dettargli le ultime volontà.
Lui non aveva accumulato nessuna ricchezza in vita e quello che gli lasciava erano solo tre abiti, uno per ciascuno; nel testamento aveva previsto tutte le istruzioni su come indossarli e conservarli e aveva previsto una serie di sanzioni per ogni trasgressione e negligenza. Inoltre, il padre, aveva previsto che i figli vivessero insieme, come fratelli e amici; poco dopo spirò.

Una volta effettuate tutte le operazioni per un bel funerale e la dovuta sepoltura, i tre si recarono in città; qui conobbero tre dame delle quali si innamorarono. Le tre donne ricambiarono il sentimento, ma posero degli ostacoli ai loro comportamenti; la loro natura di “campagnoli” contrastava con i comportamenti da cittadini e quindi gli fecero capire, che per conquistare i loro cuori, era necessario adeguarsi.
I tre non si fecero scrupoli e ben presto divennero dei perfetti cittadini: presero a bere, a bestemmiare e a fumare; picchiavano le guardie notturne, imbrogliavano i vetturini, discutevano di salotti dove non erano mai stati, sparlavano di duchesse a cui mai avevano rivolto la parola, parlavano male delle persone in loro assenza e in loro compagnia meledicevano quelle assenti.

Accadde, in quel periodo, che una nuova setta fece capolino e ben presto prese grande considerazione nelle famiglie benestanti. Si trattava delle nuove mode da seguire in ambito di vestiario e le tre dame, posero molta attenzione a queste indicazioni, obbligando i loro tre compagni a rispettarle nella maniera più assoluta.

Fu così che si diffuse in città la moda delle spalline con fiocchi; subito i tre fratelli posero mano al testamento del padre per cercare di capire se tali indumenti fossero a loro permessi. Nel testamento non si faceva alcun cenno alle spalline infiocchettate e allora uno dei fratelli che pareva il più erudito disse che andavano cercate nelle sillabe e poi unite. Anche questa seconda prova non dette il risultato cercato; fu allora detto che le parole dovevano essere nelle singole lettere messe insieme. Con questa combinazione non fu difficile trovare S-P-A-L-L-I-N-E C-O-N F-I-O-C-C-H-I e così le stesse furono definite come Volontà del padre e i tre fratelli le poterono sfoggiare.

Dopo poche settimane, da Parigi arrivò una nuova moda, quella delle passamanerie, ovvero delle bordure che servono per decorare e rifinire gli abiti; sarebbe stato scandaloso uscire per le vie cittadine senza sfoggiare tali rifiniture, ragion per cui i fratelli si misero a rileggere il testamento del padre per cercarvi i riferimenti. Anche in questa circostanza non fu trovata traccia nel testamento scritto e allora lo stesso fratello erudito fece notare che oltre a questo esisteva anche un testamento orale, detto nuncupativo e sulla base di questo gli pareva di ricordare una circostanza; da ragazzo aveva sentito dire da un tizio che aveva sentito dire un servo che aveva udito dal loro padre, che consigliava la passameneria ai figli per decorare gli abiti. Anche gli altri due fratelli si ricordarono di quella situazione e questo sancì il ricorso alla decorazione degli abiti.

Qualche tempo dopo venne di moda una raffinata qualità di raso color fiamma e subito iniziarono le ricerche sul testamento. Fu trovato un riferimento del padre che esortava a porre attenzione ad andare a letto senza aver prima spento le candele, però quel riferimento non fu considerato valido ai fini della questione. L’erudito a quel punto si ricordò di aver letto dei testamenti in cui si allegava un codicillo che di fatto faceva parte delle volontà espresse; il fatto che il testamento del padre ne fosse sprovvisto, mostrava quindi che il documento non fosse completo, ragion per cui si provvide a ultimarlo. Fu così aggiunto un rotolino in pergamena in cui si concedeva di utilizzare tale raso color fiamma e fu quindi possibile indossarlo.

L’inverno seguente un attore molto famoso si mostrò tutto ricoperto di frange d’argento e stavolta consultando il testamento, fu trovato uno specifico riferimento che però di fatto vietava l’uso di tali accessori sui loro abiti. Dopo le dovute ricerche, l’erudito fece notare che un certo Autore utilizzava la parola “frangia” per significare “scopa”. Uno dei fratelli fece notare che però in tal caso, risultava poco accettabile a causa del termine “argentata” che seguiva, ma l’erudito gli fece notare che questo andava inteso in senso mitologico e allegorico. L’altro fratello, allora, obiettò chiedendo perchè il padre avrebbe dovuto vietare di cucire una scopa sui loro vestiti, situazione alquanto improbabile e grottesca. Qui, l’erudito zittì il fratello, dicendo che aveva un modo di parlare irriverente verso le volontà del padre e non andava indagato oltre. Tutto questo servì a pemettere d’indossare le frange argentate sui loro abiti.

Poco tempo dopo venne rilanciata una vecchia moda ormai in disuso: quella di ricamare figurine indiane di uomini, donne e bambini. Su questo argomento tutti e tre si ricordarono bene come loro padre avesse sempre aborrito una simile moda e come ne avesse scritto dimostrando la sua più completa avversione. Il problema fu superato facendo notare che le figurine a cui si riferive il padre, nel frattempo si erano mutate e non erano affatto somiglianti a quelle a cui si era fatto riferimento nel testamento. Convenirono nel giudicare che quelle clausole che il padre aveva posto, andavano esaminate con un po’ di flessibilità e una interpretazione favorevole.

Queste ultime considerazioni, portarono i tre a decidere di chiudere a chiave il testamento in una cassaforte e di riferirsi al suo contenuto, solo ogni qual volta lo ritenessero opportuno.

La successiva moda dei merletti, fu subito giudicata come Volere paterno, senza neppure consultare il testamento, e così via per altrettante situazioni.

Il fratello istruito, nel frattempo, era stato riconosciuto come uno dei maggiori studiosi nell’arte dell’interpretazione degli scritti e per questo ottenne il favore di un grande Signore che lo accolse nella sua casa per fargli da insegnante ai suoi figli.
Quando il Signore morì, l’erudito grazie all’esperienza acquisita, escogitò il modo di inventare un atto di cessione che assegnasse a se stesso e ai suoi eredi l’abitazione del Signore. Così ne entro in possesso, cacciò via i giovani figli del padrone e accolse nella stessa dimora i suoi due fratelli.

Posted in Landslides | Leave a Comment »

 
Omnologos

Where no topic is left unturned

Fiabe e Frane

Le Fiabe per tutti

Angeli di San Giuliano

Il Premio Fiabe